La ricerca diventa Arte

Una nuova vita per le opere sconosciute di Ludwig van Beethoven: Un’ esplorazione artistica a cura dei nostri Maestri collaboratori

Questa pagina è dedicata alla descrizione ed ai curricula di tutti i Maestri musicisti che vorranno collaborare con noi. Gli esecutori che soddisferanno un criterio professionale ed artistico a noi consono, saranno i benvenuti. Il sito, mettendo a disposizione a chiunque voglia esplorare un territorio sconosciuto della musica e del tempo di Beethoven, si rende partecipe di un duplice scopo: fare conoscere composizioni sconosciute e al contempo dare risalto agli artisti che si cimenteranno in questo prodigioso lavoro.

Daremo, quindi, di comune accordo con gli esecutori, priorità a tutte quelle opere (sia complete che frammentarie) che siano sino ad ora sconosciute, apocrife, dubbie o mai eseguite. Questo può sembrare straordinario per un grande compositore come Ludwig van Beethoven, ma, a ben riflettere, persino un titano della musica come il maestro di Bonn è vittima del repertorio. Molte delle sue composizioni sono cadute nell’oblio, e moltissimi frammenti aspettano di prendere vita. A noi e a loro l’onore di provare a togliere la patina che il tempo ha depositato – ingiustamente – sul volto unico della fantasia del Grande Maestro.

Per quanto riguarda gli esecutori, daremo in ogni singola opera descrizione della loro interpretazione.  Tutte le nuove registrazioni saranno altresì aggiunte nella sezione “novità” e sulla pagina Facebook dedicata al sito. 

Per tutti coloro che vorranno collaborare con noi,  rimandiamo all’ apposito modulo di contatto del sito.

Francesco Gussago

Francesco Gussago

Pianista - La ricerca diventa Arte

Francesco Gussago è nato a Chiari nel 1979. Dopo anni di studio privato a Orzinuovi con la prof. Graziella Folli entra nella classe del prof. Alberto Ranucci al Conservatorio di Brescia.
Nel frattempo frequenta numerosi corsi interni ed esterni di perfezionamento pianistico e di musica da camera. Diplomatosi col massimo dei voti e la lode al conservatorio di Brescia entra nella classe del maestro ucraino Leonid Margarius frequentando per tre anni consecutivi il suo corso di Alto perfezionamento pianistico all’accademia di Rovereto.
Si è specializzato alla S.I.L.S.I.S. a Cremona laureandosi all’indirizzo Musica e spettacolo nel 2007. Attualmente svolge attività concertistica nel nord Italia specializzandosi nel repertorio romantico. Suo maggior interesse è la Didattica dello strumento, con cui si aggiorna continuamente dovendo trasmettere agli allievi la difficile arte del pianoforte (che lui stesso in prima persona sperimenta).
Non esitate a visionare il suo canale YouTube e la sua pagina Facebook: fb.me/letteraturapianistica.fg e il suo indirizzo di posta elettronica :
fragussa@gmail.com

Diego Moccia

Diego Moccia

Pianista - La ricerca diventa Arte

Diego Moccia è una preziosa risorsa per il nostro sito. E quando dico “nostro” intendo dire anche suo di buon diritto. Quel che mi ha subito colpito di Diego è la sua estrema cortesia unita ad una naturale modestia, qualità assai preziosa visto il suo importante curriculum.

Si dedicherà ad innumerevoli Klavierstücke valzer e danze del nostro Beethoven, di cui ha autentica venerazione. Classe 1985, romano, si è laureato in pianoforte con il massimo dei voti nel 2013 al prestigioso Conservatorio di Santa Cecilia. dopo aver frequentato il corso di discipline storiche, critiche ed analitiche della musica attualmente frequenta il biennio di Maestro Collaboratore Korrepetitor sempre nel conservatorio della capitale.

In questa sede non è facile riassumere le sue tante esperienze lavorative; basterà citare alcuni nomi di cantanti che ha accompagnato dei concerti: Katia Ricciarelli, Sumi Jo, Eleonora Buratto…
Vista la naturale flessibilità della sua arte, ha collaborato come voltapagine eseguendo questo delicato compito per artisti come Antonio Pappano o per Andrea Lucchesini proprio per la nota registrazione integrale delle sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven, con al violoncello Mario Brunello.

Poiché Diego è un ottimo didatta, con ampia conoscenza musicale teorica in campo pianistico sinfonico e lirico, chi fosse interessato alle sue preziose lezioni può contattarlo attraverso il nostro apposito modulo di contatto.

Sebastiano Mazzoleni

Sebastiano Mazzoleni

Pianista - La ricerca diventa Arte

E’ entrato nel nostro gruppo anche il Maestro Sebastiano Mazzoleni. Lasciamo la parola al suo importante curriculum Vitae: Nato nel 1983, inizia lo studio del pianoforte all’ età di 13 anni.
Studi:
Presso il Trinity College School of London nel 2011 (FTCL) ottiene la laurea specialistica in Pianoforte. Ha seguito lezioni e master con docenti di chiara fama fra cui Bruno Canino, Vincenzo Balzani e Vovka Askenazy. Nel 2012-2013 Approfondisce lo studio della fisionomia e fisiologia pianistica con il M° Dott. Maurizio Gavazzoni. Possiede un ragguardevole repertorio pianistico solistico, d’orchestra e da camera. Nel corso degli studi ha partecipato a numerosi concorsi musicali ottenendo vari primi posti e piazzamenti.
Attività Concertistica e Artistica:
Dal 2006 svolge attività di giurato e/o direttore artistico in concorsi musicali. Dal 2010 svolge seminari (strumentali e/o didattici) presso centri culturali e musicali. Nel 2011 e 2012 ha svolto l’attività di dimostratore per aziende produttrici di pianoforti e tastiere. Ha condiviso concerti e collaborazioni con artisti e band di fama nazionale e internazionale.

Ha svolto e svolge concerti in Italia, Svizzera, Francia e Spagna suonando in Location prestigiose fra cui il Vittoriale di Gardone Riviera, Il teatro Ariston di Sanremo e la Sala Piatti di Bergamo. Pianista e tastierista poliedrico, lavora a vari progetti musicali di opere edite ed inedite. Ha un repertorio che comprende vari generi musicali fra cui: Classico, Pop, Latin, Jazz, Folk, Rock.

Inoltre collabora con alcuni studi di registrazione professionali come pianista, tastierista e arrangiatore. Ha collaborato a varie incisione discografiche con varie produzioni major ed indipendenti. Ha partecipato e tutt’ora collabora a vari progetti teatrali. Da dicembre 2017 ha presentato il suo ultimo lavoro discografico solista intitolato “Crocevia” con brani di sua composizione e di altri autori.
Insegnamento: Nel 2004 inizia l’attività d’ insegnamento, che attualmente svolge, nelle provincie di Bergamo, Como, Milano e Lecco come docente di Pianoforte, Tastiere, Teoria e Solfeggio, Armonia, Musica d’insieme e propedeutica. Inoltre dal 2014 è coordinatore scolastico ed artistico presso una scuola di musica in provincia di Bergamo.

Dal 2009 ha frequentato numerosi seminari riguardanti la didattica musicale approfondendo vari metodi di insegnamento; per citarne alcuni Kodaly, Orff, Yamaha, Abreu. Dal 2009 è consulente musicale esterno presso scuole dell’infanzia, di I° e II° grado. Dal 2015 è abilitato all’ insegnamento del metodo Yamaha, presso scuole convenzionate.
CONTATTI : E-mail: bababore@iol.it Facebook: https://www.facebook.com/sebastiano.mazzoleni
YouTube: https://www.youtube.com/user/SebaPianista83

Emanuele Stracchi

Emanuele Stracchi

Pianista e compositore - La ricerca diventa Arte

Classe 1990, è pianista, compositore e direttore. Diplomato in Pianoforte e in Composizione con Lode, ha studiato presso l’Istituto Superiore “Briccialdi” di Terni ed il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma ottenendo poi il Diploma di II Livello cum laude in Discipline Musicali, con una tesi su György Ligeti (Biennio Sperimentale).
Recentemente ha inciso “Contemporary Piano Works” per l’etichetta Diapason, disponibile su iTunes e Spotify. Allievo di Guaitoli, si è perfezionato con Marvulli, Micheletti e la Bellocchio; ha studiato Direzione d’Orchestra e Canto Gregoriano; presso la prestigiosa Accademia Musicale Chigiana di Siena ha studiato con la grande pianista Lilya Zilberstein.
Laureato in Filosofia con Lode presso l’Università Roma Tre (tesi in Storia della Fil. Medievale, relatore Prof. Benedetto Ippolito), è autore di alcune pubblicazioni musicologiche e alcune sue composizioni sono state premiate ed eseguite presso importanti enti come l’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi.
Musicista poliedrico, ha all’attivo un’intensa carriera concertistica, compresa la musica da camera ed il Jazz: come solista, con l’orchestra ha eseguito Bach, Haydn, Mozart e Gershwin; attivo nella musica contemporanea, ha curato diverse prime esecuzioni assolute. È uno specialista della musica di George Gershwin.
In campo didattico attualmente è titolare di cattedra di Pianoforte nelle Scuole Medie e si sta perfezionando in Composizione per Musica Applicata alle immagini (Biennio Ordinamentale). Selezionato in diversi progetti, come il “Solisti con Orchestra” a Roma e per la “Call For Young Performers” 2018 e 2019 a Milano, ha vinto diversi concorsi musicali internazionali, ottenendo anche il Premio Novecento 2015 del Concorso Luigi Nono di Venaria Reale a Torino. Di recente ha vinto il Concorso Internazionale di Stresa ed il Gran Prix al Concorso Internazionale “Melos”, presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma.

Gianluca Di Donato

Gianluca Di Donato

Pianista, saggista, musicolgo - La ricerca diventa Arte

Gianluca Di Donato nasce ad Avellino nel 1972 ed inizia a suonare all’età di cinque anni. Prima del diploma al Conservatorio Cimarosa conosce il grande Aldo Ciccolini di cui diventa allievo effettivo subito dopo lavorando con lui per circa cinque anni.
Intraprende la carriera concertistica, però, anni prima, in occasione del suo debutto al Festival Pianistico Internazionale di Amalfi del 1991 durante il quale riceve la targa Mozart quale più giovane pianista presente nella storia del Festival. Ha tenuto da allora ininterrottamente concerti per alcune tra le più grandi società da concerto italiane ed europee. Suona regolarmente sia in recital sia in formazioni cameristiche sia con orchestra; ha tenuto lezioni e conferenze su Schubert, Beethoven, Brahms e sulla storia della letteratura pianistica tedesca nell’Ottocento. Nel 2006 in occasione del duecentocinquantesimo anniversario della nascita di Mozart ha eseguito e diretto gli ultimi 10 concerti per pianoforte con l’orchestra sinfonica di Minsk. Nel maggio 2008 ha debutto presso il Gasteig di Monaco di Baviera con l’esecuzione del terzo concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven. Ha eseguito più volte, (l’ultima dal 2016 al 2018 a Ravello, Genova, Viterbo, Ferrara, Roma) l’integrale delle sonate per pianoforte di Franz Schubert, autore del quale è considerato uno dei massimi interpreti italiani, e comunque primo pianista italiano ad aver eseguito l’intero corpus pianistico dal vivo. Laureato in Lettere, con tesi in storia della musica, ed in Filosofia, ogni anno è invitato da licei a tenere lezioni conferenze e lecture. In occasione dell’annuale riconoscimento agli irpini più importanti dell’anno ha ricevuto nell’agosto del 2010 il premio alla cultura al Tommariello d’oro. Nel settembre del 2010 il canale satellitare Tesori D’Irpinia gli ha dedicato un documentario “Gianluca Di Donato, il Wanderer tra Schubert e Morricone”. Nel novembre 2011 ha inciso un cd dal titolo “The sound from silence” con musiche di Mozart, Beethoven e Schubert presentato in un tour in Italia Germania, Svezia. Nel 2013 ha intrapreso un poderoso progetto, il “Progetto Mozart” un tour che lo ha impegnato per quattro anni con l’esecuzione di tutta la produzione per e con pianoforte di Mozart. Nel 2013 è stato insignito del premio Sublimitas alla cultura e del premio Santa Cecilia per la sua attività concertistica e di divulgazione musicale. Nel 2015 è uscito un nuovo cd dedicato a Mozart, “Mozart in minor”. Negli ultimi anni si è dedicato con particolare attenzione alla musica del ‘900 ed alla musica da camera, forma questa a cui darà la priorità nei prossimi anni con progetti che vedranno, tra l’altro, cicli dedicati a Brahms/Shostakovich, e a Brahms affiancato alla seconda scuola di Vienna
In occasione dei suoi primi 25 anni di carriera, ha tenuto una serie di concerti in Italia, Austria, Spagna ricevendo il premio “Nicola Vietri” nel gennaio del 2017
Nel 2019, è stato pubblicato un saggio “Addio al piano – gli ultimi quattro cicli pianistici di Johannes Brahms” dedicato alle ultime opere per pianoforte di Brahms che presenterà in una tournée di concerti e lezioni nella stagione 2019/2020. Ad aprile dello stesso anno ha tenuto una trionfale tournée in Russia nella quale in cinque concerti tra recital e da camera ha eseguito lavori di Brahms e Shostakovich. Nel 2020 uscirà un nuovo saggio dedicato a Mozart; sempre a partire dal 2020 in occasione dei 250 anni dalla nascita di Beethoven eseguirà il ciclo integrale delle 32 sonate per pianoforte, le 10 sonate per pianoforte e violino e le 5 cinque sonate per pianoforte e violoncello. mondiale, degli stessi lavori.
È docente di pianoforte presso le scuole statali.

http://gianluca-di-donato.webnode.it/

Il Duo Fusaro – De Rosa Arcuri

Il Duo Fusaro – De Rosa Arcuri

Duo Pianistico - La ricerca diventa Arte

Clarissa De Rosa Arcuri proveniente dalla scuola pianistica del Maestro Antonella Barbarossa, ha ultimato gli studi in pianoforte presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza conseguendo il Diploma di Vecchio Ordinamento in pianoforte,equiparato a Laurea Magistrale, con il massimo dei voti e la lode ed ha acquisito anche i 24 cfu. E’ vicepresidente dell’Associazione Concertistica Italiana,ha partecipato a diverse masterclass organizzate dalla Società Beethoven Acam di Crotone ,alle master class dei maestri Jun Kanno e Ivan Donchev, ai seminari di interpretazione pianistica tenuti dai Maestri Emilio Aversano e Josè Lepore (docente di fama internazionale argentino) durante il Vibo piano master 2013. Negli anni passati ha partecipato a numerosi concorsi pianistici internazionali tra cui : Euterpe Competition città di Corato (BA), Lucio Stefano D’Agata città di Acireale, Vincenzo Scaramuzza città di Crotone, classificandosi sempre tra i primi tre posti e negli ultimi anni ha vinto il primo premio assoluto al “Premio Duchi d’acqua viva” città di Cosenza e al “Premio C.W.Schumann” città di Cosenza. E’ stata pianista accompagnatrice del Coro Polifonico San Carlo Borromeo di Rende ed è attualmente pianista accompagnatrice della Schola Cantorum Madonna del Rosario di Acri ,la quale tiene regolarmente concerti a livello nazionale ed è stata la pianista accompagnatrice del Coro Italia Senza Frontiere che il 3 Dicembre 2016 ha eseguito a Napoli nella Basilica Santa Maria della Sanità la “Missa Pro terrae humilibus” scritta per Papa Francesco da 10 compositrici,5 argentine e 5 italiane. È stata invitata dalla Società Beethoven A.C.A.M., durante la stagione concertistica 2016, a tenere un concerto nel “ Primo Festival Pianistico Pitagora” città di Crotone, presso la Basilica Cattedrale. Il 26 Giugno 2016 a Roma ha suonato in una manifestazione, organizzata dall’Accademia Musicale Mediterranea in collaborazione con la Fondazione Adkins Chiti “Donne in musica”, in memoria di Hellen Joanne “Jo” Cox, in presenza dell’ex Ministro all’istruzione italiano Valeria Fedeli e della Presidente della commissione della cultura e istruzione europea Silvia Costa, presso la sala dell’Immacolata del Convento dei Santissimi Dodici Apostoli. Ha tenuto l’11 Luglio 2016 un concerto organizzato dall’Istituto Musicale Donizetti, sempre in memoria di Hellen Joanne “Jo” Cox, presso il Palateatro di Mirto Crosia, un evento arricchito dal Tributo del M° Maria Marano , è stata invitata a tenere un concerto presso il teatro di Alanno ( PE) per il festival “All music Vittoria”, l’8 marzo 2017 ha partecipato in qualità di solista all’evento organizzato dalla fondazione Carical nell’ambito del “Premio per la Cultura letteraria Le musiciste in Calabria”. L’8 luglio 2017 è stata la pianista accompagnatrice della prima esecuzione Mondiale presso la Basilica di Sant’Angelo d’Acri della Missa Solemnis in re minore composta dal
M°Fusaro Giuseppe, ripetuta nello stesso anno ben sei volte nelle varie cattedrali calabresi. Fa parte del Quartetto Italo Argentino ,che tiene regolarmente concerti a livello nazionale ed internazionale, tra cui il concerto per l’Universum Academy Switzerland Calabria a Tropea, il concerto del nuovo anno tenutosi a Rende presso la Chiesa del San Carlo Borromeo e il Concerto per il prestigioso Festival Ruggiero Leoncavallo di Montalto Uffugo, meta ambita da molti professionisti. Il quartetto ha ricevuto un invito per esibirsi il 14 dicembre 2018 al Teatro Rendano di Cosenza. L’8 maggio del 2018 ha tenuto un concerto nel Festival della Musica “Great Music Events 2018” presso Auditorium Giubileo 2000 a Vibo Valentia. Sempre a maggio del 2018 ha tenuto un Recital Pianistico per l’associazione Adisco di Cosenza. Il 16 giugno del 2018 è stata invitata dall’assessorato alla cultura di Civita Castellana(VT) a tenere un concerto presso l’auditorium del M.I.C.E. Nell’ottobre del 2018 ha tenuto un concerto pianistico a quattro mani con il M° Fusaro Giuseppe , presso il Palateatro di Mirto Crosia, nell’ambito del Krussia Music Festival, organizzato dall’A.M.A. Calabria.
Tiene regolarmente master class pianistiche , tra cui quelle organizzate dall’Istituo Musicale Donizetti di Mirto Crosia e in particolare quella annuale presso il Comune di Civita Castellana (VT).

Fusaro Giuseppe ,ha conseguito la laurea di specializzazione indirizzo solistico pianistico con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Cosenza. E’ presidente dell’Associazione Concertistica Italiana, che vanta numerosi concerti e manifestazioni in attivo, è direttore della Corale Polifonica “Ars Suprema” di Acri che ha rappresentato i cori della provincia di Cosenza nel raduno regionale calabrese del 2018,e’ direttore insieme. Nel 2015 ha preparato al Coro Italia Senza Frontiere la “Missa Pro Terrae Humilibus” composta per Papa Francesco da 10 compositrici,5 italiane e 5 argentine ed eseguita in Vaticano in anteprima Mondiale nel maggio 2015 sotto la direzione del M°Antonella Barbarossa. E’ docente di pianoforte principale presso le scuole statali secondarie di 1 grado e presso l’Istituto musicale Donizetti di Mirto Crosia, i suoi allievi vantano numerosi premi e riconoscimenti in concorsi internazionali ricevendo lui stesso i diplomi d’onore rilasciati dai concorsi stessi,tiene regolarmente un corso annuale di perfezionamento pianistico insieme al maestro Clarissa De Rosa Arcuri , a Civita Castellana(Vt). Si è perfezionato con il M°Antonella Barbarossa, con i maestri del conservatorio superiore spagnolo di Malaga il duo tellez, il M° Hintchev,M°Jose Lepore e molti altri. E’ vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali tra cui il 1°Premio al Concorso Città di Matera, il 1°premio al Concorso Città di Rossano,1°premio Assoluto nel Concorso Nazionale Magna Grecia, il 2° premio all’esecuzione Pianistica del Concorso Vincenzo Scaramuzza, 1°Premio Assoluto nel Concorso Internazionale Clara Wieck Schumann,1° Premio assoluto nel Concorso Duca Fonti d’acqua Viva città di Cosenza, tanti altri e nell’ottobre del 2014 è risultato VINCITORE ASSOLUTO DELLA CATEGORIA SUPERIORE DEL PREMIO ITALIA OLIMPO PIANISTICO dove gli è stata conferita la medaglia del presidente della Camera dei deputati, nell’anno successivo ha fatto anche parte della commissione giudicatrice dello stesso premio Italiano e nel Settembre del 2017 gli è stato conferito il “PREMIO ALLA CARRIERA "dal prestigioso Gran Gala’ di Rende, considerato tra i gala’ più importanti d’Italia.E’ invitato a tenere concerti in tutta Europa,ha suonato per il Principe Dè Medici,discentende della dinastia della regina di Francia Caterina De Medici,ha eseguito il Concerto per pianoforte ed orchestra di Mozart K466 sia con riduzione per due pianoforti con il M° Hintchev lo scorso ottobre a Napoli mentre con l’orchestra nel luglio dal 2014 diretta dal M°Antonella Barbarossa ed il 10 gennaio del 2016 ha eseguito in prima assoluta mondiale Sarcasme Fugitif un pezzo scritto appositamente per lui dal famoso compositore internazionale ROBERTO PIANA. Da un paio di anni si stà dedicando anche alla composizione di musica sacra e pianistica ,infatti L’8 Luglio è stata eseguita presso la Basilica di Sant’Angelo d’Acri la Missa Solemnis in re minore dedicata al Beato Francesco Maria Greco ,scritta per organo,soli,pueri,coro ed orchestra composta e diretta da lui stesso. La Missa Solemnis ha ricevuto grande acclamazione dalla stampa nazionale ed è stata ripetuta il 6 agosto a Mirto Crosia mentre il 10 agosto e il 13 agosto è stata ripetuta rispettivamente nella cattedrale di Tropea e a Spezzano Piccolo, e il 22 novembre nella chiesa Santi Pietro e Paolo di Cosenza, quindi 5 esecuzioni in soli 5 mesi. A gennaio del 2018 ,in Sicilia, gli è stata commissionata su un testo di Pirandello dalla professoressa Rita Capodicasa, una composizione per pianoforte e soprano che è stata eseguita il 23 aprile ad Agrigento presso l’Auditorium del Liceo Scientifico e delle scienze umane “R.Politi” dal titolo : “Figlio del Caos", riscuotendo grande successo dalla critica musicale e letterale siciliana, tanto da finire sui telegiornali regionali siciliani e sulle tv siciliane, con una puntata dedicata interamente al brano. Inoltre ha formato insieme alla Pianista Clarissa De Rosa Arcuri, al tenore Franco Ruggiero Pino ed al soprano Teresa Musacchio, il Quartetto Italo Argentino,chevanta numerosi concerti all’attivo , tra cui l’ultimo presso il Teatro Rendano di Cosenza, nel quale ha avuto un riconoscimento dall’ente organizzatrice