Biamonti 426 – Quartetto (Frammento), 1805 circa. Ventidue battute autografe per un tempo di quartetto, inutilizzate.

Biamonti 426 – Quartetto (Frammento), 1805 circa. Ventidue battute autografe per un tempo di quartetto, poi rimaste inutilizzate. Si trovano fra le carte beethoveniane della Biblioteca del Conservatorio di Parigi; descritte da Max Unger (M.U. pagine 100/44) in un foglio contenente anche abbozzi per lo scherzo della Quinta Sinfonia. (N.d.A.: in realtà si tratta di una trascrizione del finale della Sinfonia Hobochen I – 99 di Franz Joseph Haydn. Per saperne di più consultare la sezione ”saggi”)

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  i nostri  revisori. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.