Biamonti 207 – Marcia e rondò, abbozzi inutilizzati per la Sonata per pianoforte in si bemolle maggiore Opus 22, prima metà 1800 circa.

Biamonti 207 – Marcia e rondò, abbozzi inutilizzati per la Sonata per pianoforte in si bemolle maggiore Opus 22, prima metà 1800 circa. Nella prima pagina di un foglio posseduto dalla Biblioteca del Conservatorio di Parigi (Max Unger, pagina 108/71), contenente un ampio abbozzo per il primo tempo della Sonata in si bemolle maggiore Opus 22, si trova anche un abbozzo della marcia in la maggiore, continuato nel versus con lo spunto, pure in la maggiore, di quello che diverrà poi, in si bemolle, il tema del Rondò finale della sonata.

Prod’homme (Sonates, pagine 92, 95 e 96) trova un nesso fra il tema di questa Marcia ed un altro in do minore (sentire MP3), seguito da uno spunto Allegretto Rondò nello stesso tono, citato da Nottebohm (Zweite Beethoveniana, pagina 63, capitolo VII), ove, oltre ad alcuni abbozzi per i finali del primo, terzo e sesto Quartetto dell’Opus 18, si parla anche di altri per l’Opus 22 e per le variazioni per pianoforte su tema originale in sol maggiore (identico, nello spunto, a quello di un couplet nel rondò della sonata medesima); e ipotizza che la marcia in oggetto dovesse originariamente essere introdotta nella sonata. Ma il tema è rimasto poi inutilizzato. Quello dell’Allegretto – Rondò in do minore, che richiama un pò il Rondò (nello stesso tono) della Sonata patetica e del quartetto Opus 18 numero 4, figura invece come parte contrappuntistica della viola nella coda dell’Andante cantabile con variazioni del Quartetto Opus 18 numero 5: cosa a suo tempo già notata da Nottebohm.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.