WoO 209 (Già Hess 33) Minuetto, in la bemolle maggiore, per quartetto d’archi.

Versione per quartetto d’ archi e riduzione per pianoforte

Hess 33 Minuetto in la bemolle maggiore per quartetto d’archi. 1794 circa. Hess 33.

Il manoscritto originale si trova nella Biblioteca del conservatorio di Parigi (Max unger, pagine 106/161). [inedito, 71 battute]

Minuetto in la bemolle maggiore per quartetto d’archi; 71 battute, inedito. [II pezzo, SV 214, scritto all’  incirca fra il 1790 e il 1792, e stato pubblicato col titolo “Ein Menuett von L. van Beethoven für Streichquartett”, in «Beethoven-Jahrbuch», 1961/64, Beethoven-Haus, Bonn 1966, p. 85-6, con tre pagine di facsimili, a cura di Paul Mies. L’edizione del Beethoven-Jahrbuch conteneva anche le parti staccate inserite nella parte posteriore del volume.] L’autografo e al Conservatorio di Parigi, classificato come Beethoven Ms. 61. [Ora si trova alla BN.] II pezzo è senza il trio e ne esiste solo il primo movimento. [Questo pezzo esiste anche nella versione pianistica catalogata al numero 88. La struttura normale per un minuetto di questo tipo e: Minuetto, Trio, Minuetto da capo. A. Willem Holsbergen scrive: “Nel Kafka Sketchbook c’è un trio (per pianoforte) che e stato identificato come appartenente al numero 88 del catalogo Hess (formando pertanto un pezzo completo). Esso non sembra essere il trio della versione per quartetto d’archi del minuetto, se mai e esistita”. II movimento per quartetto d’archi e stato anche pubblicato da Hess in SBG, vol. VI, 1963, p. 50.]

WoO 209 (Già Hess 88) Minuetto, in la bemolle maggiore, per quartetto d’ archi, in riduzione pianistica

Versione per quartetto d’ archi e riduzione per pianoforte

|Trascrizione per pianoforte del Minuetto in la bemolle maggiore per quartetto d’archi, già precedentemente elencato al n. 33 del presente catalogo. II già citato manoscritto parigino contiene anche una versione per pianoforte. [II manoscritto di Parigi descritto e il Beethoven Ms. 61 o SV 214, già al Conservatorio di Parigi e ora alla BN. Secondo Cooper, e stato scritto tra il 1790 e il 1792; cfr. C/C, p. 274.] Questo abbozzo, parzialmente inedito, sembra essere stato scritto prima della versione originale per quartetto. [Pubblicata da Hess in SBG, vol. VIII, 1964, p. 14. Un’edizione riveduta e stata realizzata da J. Zürcher in Musikforschung 19, 1966, p. 304 e sgg. Mark Zimmer scrive: “Mentre Hess cataloga questo minuetto per pianoforte come una trascrizione per pianoforte, esiste un “Mineur” per la versione pianistica che apparentemente non e mai esistito nella versione per quartetto d’archi di questa piccola danza. Il “Mineur” si trova nella miscellanea di Kafka alla British  Library di Londra, dove si precisa che esso e per il minuetto in la bemolle maggiore’ “. Nelle prime edizioni in SBG, vol. VIII, il “Mineur” è stato omesso, ma e stato aggiunto alla fine del volume nelle edizioni più recenti.]