WoO 205 Scherzi e note su lettere

_flechehaut

WoO 205a Baron, Baron, Baron (Barone, Barone, Barone) quattro battute scherzose per l’ amico Nicolaus Zmeskall

WoO 205a Baron, Baron, Baron (Barone, Barone, Barone) quattro battute scherzose per l’ amico Nicolaus Zmeskall, 1798, pubblicate nel 1865 da Nohl, Briefe Beethovens, numero 10, (poi dal Thayer-R, II, pagina 117).

Si trovano al principio di una lettera, sembra del 1798, indirizzata con ogni probabilità allo Zmeskall, nella quale Beethoven chiede un appuntamento per il giorno dopo con il chitarrista Mylich, amico di Amenda, e scherza sul nome di quest’ ultimo, che fa ammenda degli errori commessi nel contare le pause (suonando con lui) deve ora aiutarlo a rintracciare questo chitarrista.

WoO 205b Allein, Allein (Solo, Solo), due battute in fine di una lettera al conte Moritz Lichnowsky

WoO 205b Allein, Allein (Solo, Solo), due battute in fine di una lettera al conte Moritz Lichnowsky, 21 settembre 1814, pubblicate per la prima volta nella biografia di Beethoven di Marx nel 1863, I, seconda edizione, pagina 121. Hess 287, – KH. (WoO) 205/b .

La lettera è quella già citata nel numero precedente; alla fine di essa, dopo avere parlato con il conte per la dedica della Battaglia di Vittoria al principe reggente di Inghilterra, tramite il ministro plenipotenziario inglese a Vienna lord Castlereagh, e di una “accademia” da organizzare in città al suo ritorno, Beethoven aggiunge: “Con la corte non c’ è niente da fare; io ho fatto l’ offerta ma….”; seguono le due battute con le parole: Allein, allein, allein! Jedoch Silentium! (Solo, solo, solo! Però silenzio!).

WoO 205c O Adjutant (O aiutante), frammento

WoO 205c O Adjutant (O aiutante), frammento, gennaio 1817, pubblicato per la prima volta dal Seyfried come appendice nei suoi Beethoven Studien, Vienna 1832; poi dal Thayer – Riemann, III, pagina 631. – Hess 288.

Quattro note, alla fine di una lettera di Beethoven all’ editore Tobias Haslinger, del gennaio 1817, in cui in maestro dà comunicazione della dedica della Sonata opus 101 alla baronessa Dorothea Ertmann. L’ originale è oggi sconosciuto. Adjutant era un nomignolo scherzoso dato talvolta da Beethoven al suo amico editore.

WoO 205d Wo? Wo? (Dove?), frammento

WoO 205d Wo? Wo? (Dove?), frammento, 22-27 luglio 1817. Pubblicato per la prima volta da Nohl, Neue Briefe Beethovens, numero 172. (1867). Poi anche da Thayer – Reimann, IV, pagina 489. Hess 289 – KH. (WoO) 205/d.

Il manoscritto originale è sconosciuto. Si tratta di due battute alla fine di una lettera alla signora Nanette Streicher, pianista, figlia del noto fabbricante di pianoforti J. Andreas Streicher, fabbricante anch’ egli di pianoforti; tanto l’ una che l’ altro ottimi amici di Beethoven da tempo. Nanette si occupava anche qualche volta del ménage domestico del maestro, cercando di mettervi un pò di ordine; dal che si può comprendere la domanda posta da Beethoven nella lettera suddetta, scritta a Nussdorf fra il 22 ed il 27 luglio 1817 e direttale a Baden, per sapere dove si trovavano le sue coperte da letto. La lettera finisce con queste parole: Wo sind meine Bettdecken? (dove sono le mie coperte da letto?) seguite dalle note di cui sopra.

WoO 205e – Erfüllung! (Complimento), due battute del giugno 1819

WoO 205e – Erfüllung! (Complimento), due battute del giugno 1819. Pubblicate dal Frimmel nella Montags Revue di Vienna del 12 novembre 1900, poi da M.A.L., numero 244. Hess 290 – KH. (WoO) 205/e.

Si trovano nel corso di una lettera del giugno 1819 scritta da Beethoven all’ Arciduca Rodolfo d’ Austria per rallegrarsi della sua nomina ad arcivescovo di Olmütz. Il manoscritto originale è sconosciuto. Il tema è identico a quello della Speranza, di cui al Biamonti numero 688.

WoO 205f Scheut euch nicht (Non vi peritate), canone a Treitschke

WoO 205f Scheut euch nicht (Non vi peritate), canone a Treitschke, 1821 – 1822, pubblicato la prima volta nella Allgemeine Deusche Musik. Zeitung del 6 aprile 1888 (Secondo una comunicazione del musicologo americano Mac Ardle allo Hess, già nel Signale del 1856, 282) Hess 291 – KH. (WoO) 205/f.

L’ originale che il catalogo KH. (ibidem) (1955) dava come esistente nella raccolta Koch, di Widegg, sarebbe oggi, secondo il più recente catalogo Hess (1957), sconosciuto. Il canone fu scritto al termine di una lettera al Treitschke non datata, che si fa da alcuni risalire “intorno al 1820”, dalla Anderson attorno al 1821. Il KH., che noi seguiamo, suppone come epoca il 1821 – 1822.

WoO 205g Tobias! Paternostergässler (O Tobias! Via di Paternoster), scherzo musicale per Haslinger

WoO 205g Tobias! Paternostergässler (O Tobias! Via di Paternoster), scherzo musicale per Haslinger, fine settembre 1824, pubblicato dal Kalischer in Die Musik del 2 giugno 1906. Hess 292 – KH. (WoO) 205/g.

Con queste battute comincia una lettera di Beethoven, scritta Baden verso la fine di settembre 1824 a Tobias Haslinger, il noto editore viennese e suo amico, oggetto più di una volta di scherzi musicali. Il testo: Tobias! Paternostergässler, Paternostergässerischer, Bierhauserlischer, musikalischer Philister! (Tobias, via di Paternoster, frequentatore di birrerie, Filisteo musicale!). Il manoscritto fa parte della raccolta Koch di Wildegg (Svizzera).

WoO 205h Tobias, frammento

WoO 205h Tobias, frammento, primavera 1825, pubblicato nella Allegemeine musikalischer Zeitung del 15 settembre 1869, e poi da altri. Hess 293 – Kinsky – Halm (WoO) 205h.

Il manoscritto fa parte della raccolta Koch di Wildegg (Svizzera). E’ un altro dei vari scherzi musicali diretti a Tobias Haslinger.

WoO 205i Bester Tobias (ottimo Tobia)

WoO 205i Bester Tobias (ottimo Tobia), 2 ottobre 1826. Hess 294 – Kinsky – Halm (WoO) 205i.

Due battute per Tobias Haslinger in una lettera scritta da Gneixendorf il 2 ottobre 1826. Il manoscritto originale non è conosciuto. Pubblicata per la prima volta in Nohl, Briefe Beethovens, pagina 239, numero 383. (1865).

WoO 205k Erster aller Tobiasse (Prima di tutti i Tobia)

WoO 205k Erster aller Tobiasse (Prima di tutti i Tobia), 13 ottobre 1826, pubblicato da Thayer – R., V, pagina 393. Hess 295 – Kinsky – Halm (WoO) 205k. Accennnato in T., pagina 194.

Dodici battute scherzose in una lettera a Tobias Haslinger del 13 ottobre 1826. Il manoscritto originale si trova nella Biblioteca pubblica dello Stato di San Pietroburgo.