WoO 184 Falstafferel (Falstaffino), canone

WoO 184. “Falstafferel” (Falstaffino), canone per Schuppanzig, 26 aprile 1823, pubblicato per la prima volta in appendice al periodico Die Musik del 1 aprile 1903, poi da altri; più recentemente da W. Hess nel quinto fascicolo dei Supplemente zur G A., 1962. Bruers 203 – H. 262 – KH. (WoO)184.

Il manoscritto originale fa parte della raccolta K. Geigy-Hangebach di Basilea. Il canone è indirizzato al violinista amico Ignaz Schuppanzig (a cui Beethoven dava talvolta il nomignolo di “Milord Falstaff” per la sua corpulenza) in occasione del suo ritorno dalla Russia: “Falstafferel, lass? dich sehen!” (Falstaffino, fatti vedere!). Qui è risolto a cinque voci, all’unisono.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.