WoO 183 Bester Herr Graf, Sie sind ein Schaf (Ottimo signor conte, ella è una pecora), canone

WoO 183 – Bester Herr Graf, Sie sind ein Schaf (Ottimo signor conte, ella è una pecora), canone per il conte Moritz Lichnowsky, 20 febbraio 1823, pubblicato in fac-simile in appendice al decimo fascicolo del Mus. Krit. Repertorium aller neuen Erscheinungen im Gebiete der Tonkunst (Repertorio critico musicale di tutte le novità nel regno della musica), Lipsia, 1844; a stampa dal Kalischer e in partitura da M.A.L. ; recentemente da W. Hess nel quinto fascicolo dei Supplemente zur G A., 1962. H. 261 – B. 327 – KH. (WoO)183 – T. 248.

Il manoscritto originale si trova nella Deutsche Staatsbibliothek di Berlino. Questo canone poco complimentoso sarebbe stato indirizzato da Beethoven, secondo lo Schindler, al suo amico conte Moritz Lichnowsky che in una negoziazione editoriale aveva raccomandato l’accettazione delle proposte degli editori Steiner e Haslinger suscitando con questo il malumore del maestro. Qui è risolto a quattro voci, all’ unisono.