WoO 172 Ich bitt’ dich (Io ti prego), canone

WoO 172 Ich bitt’ dich (Io ti prego), canone scherzoso per Hauschka, 1818 circa, pubblicato nel Supplemente della G.A. 1888. GA. Numero 265/15 (serie 23 pagina 199) Bruers 219 KH (WoO) 172.

Il manoscritto originale è sconosciuto. Il canone è diretto all’ Imperial Real consigliere contabile Vincenz Kutscha, violoncellista, amico di Beethoven e membro influente della società degli Amici della Musica. Le parole sono probabilmente dello stesso Beethoven: Ich bitt’ dich, schreib’ mir die Es Scala auf (ti prego, ti prego, scrivimi la scala di mi bemolle). quando entra la seconda voce, la prima si intreccia ad essa vocalizzando la scala di mi bemolle maggiore, ascendente e discendente; analogamente avviene in tutto lo svolgimento del canone.