WoO 161 Ewig dein, (Sempre tuo), Canone

WoO 161 Ewig dein, (Sempre tuo), Canone, 1810, pubblicato a Lipsia da C F. Pohl nella Allgemeine Musik. Zeitung N. F. I, 856 (numero 51 del 16 dicembre 1863). G.A. numero 256/14 (serie 23 pagina 198) – Bruers 218 – KH. (WoO) 161 – Nottebohm pagina 162/15 – Thayer 278.

Il manoscritto originale, una volta in possesso di Antonia von Arneths nata Adamberger (la prima interprete del personaggio di Chiarina nell’ Egmont), ma, sembra, a lei non dedicato, si trova nel fondo Boddmer della Beethovenhaus. Anche la notizia della G.A. che il canone sia stato scritto per il barone Pasqualati, noto amico di Beethoven, non è in alcun modo provata. Nel numero 307 del suo catalogo W. Hess, fondandosi su un’ altra notizia data pure dallo Unger nel quaderno del novembre 1935 della Zeitschrift fur Musik pagine 1199, si domanda se vi possa essere stato un altro canone sulle stesse , dedicato veramente alla Adamberger.