WoO 152 Irische Lieder (Canzoni irlandesi) (25) per voce, pianoforte, violino e violoncello, armonizzazione e creazione della parte strumentale (introduzioni, conclusioni, accompagnamenti) di Beethoven

WoO 152 – Irische Lieder (Canzoni irlandesi) (25) per voce, pianoforte, violino e violoncello, armonizzazione e creazione della parte strumentale (introduzioni, conclusioni, accompagnamenti) di Beethoven, 1810-1813, pubblicate a Londra, Preston, marzo 1814, a cura dell’editore G. Thomson di Edimburgo. GA. n. 261 (serie 24/5) – B. 223 – KH. (WoO)152 – N. p. 163 – T. 174. I manoscritti originali dei nn. 1, 3, 5, 6, 8, 10, 12, 14, 17, 21 si trovano nella Deutsche Staatsbibliothek di Berlino; quelli dei nn. 11, 13, 19, 22, 24 e 25 nella biblioteca del conservatorio di Parigi. Si ignora l’attuale giacenza dei rimanenti 9 (nn. 2, 4, 7, 9, 15, 16, 18, 20, 23). Per le canzoni popolari armonizzate da Beethoven in generale vedasi quanto detto al n. 533.

I
The return to Ulster (Il ritorno a Ulster): Once again, but how chang’d since my wand’rings began (Pur ti rivedo, ma quanto cambiata).
II
Sweet power of song (Duetto) (Dolce potere del canto)..
III
Once more I hall thee (Ancora una volta)..
IV
The morning air plays on my face (Al mattino l’aria mi accarezza il viso).
V
On the massacre of Glencoe (Sul massacro di Glgncoe): O tell me, harper (Dimmi, arpista).
VI
What shall I do lo shew how much I love her? (Duetto) (Che debbo fare per dimostrarle quanto l’amo?).
VII
His boat comes on the sunny tide, (La sua navicella arriva sulle onde illuminate dal sole).
VIII
Come draw we round a cheerful ring (Stringiamoci in lieto cerchio ).
IX
The soldier’s dream (Il sogno del soldato): Our bugles sung truce, for the nightcloud had low’r’d (Le nostre trombe hanno dato il segnale di tregua ).
X
The deserter (Il disertore): If sadly thinking and spirits sinking (Se i pensieri tristi e l’abbattimento…).
XI
Thou emblem of faith (Tu simbolo di fedeltà).
XII
English bulls or The Irishman in London (I tori inglesi o l’irlandese a Londra) : Oh, have you not heard, Pat, of many a joke (Non hai sentito, Pat, tante celie).
XIII
Musing on the roaring ocean [(Meditando sul ruggente oceano).
XIV
Dermot and Shelah (Dermot e Shelah): O who sits so sadly, and heaves the fond sigh? (Oh, chi siede tanto tristemente sospirando?).
XV
Let brainspinning swains in effusions fantastic (Lasciate gli innamorati folleggianti in fantasiose effusioni).
XVI
Hide not thy anguish (Non mi nascondete la tua pena).
XVII
They bid me slight my Dermot dear (Mi impongono di lasciare il mio caro Dermot)
XVIII
In vain to this desart (Duetto) (Invano in questo deserto).
XIX
Wife, children and friends (Duetto) (Sposa, e amici): When the blackletter’d list to the gods was presented (Quando il nero libro fu presentato agli dei).
XX
Farewell bliss and farewell Nancy (Addio felicità e addio Nancy).
XXI
Morning a cruel turmoiler (Il mattino è un crudele apportatore di turbamenti).
XXII
From Garyone, my happy home (Da Garyone, mia patria felice).
XXIII
The wand’ring gypsy (La zingara giroyaga): A wand’ring gypsy, Sìrs, am I (Sono una zingara girovaga, signori).
XXIV
The Traugh welcome (Benvenuto a Traugh): Shall a son of O’Donnel be cheerless and cold (Deve un figlio di O’Donnel essere triste e freddo).
XXV
Oh harp of Erin: Oh harp of Erin thou art now laid low (O arpa di Erin, tu sei muta).