WoO 128 Plaisir d’aimer, per voce e pianoforte (Abbozzo)

Adagio

WoO 128 – “Plaisir d’aimer”, per voce e pianoforte (Abbozzo), 1799, pubblicato da J. Chantavoine in Die Musik, 20 fase, del marzo 1902, insieme con la canzone “Que le temps me dure”, di cui al n. 44 del presente catalogo; e in edizione critica da Hess nel quinto fascicolo dei Supplemente t(ur GA., 1962. B. 286/2 – Boett. V/l – H. 131 – KH. (WoO)128 – P. 113.

Di questa canzone esistono, a quanto riferiscono KH. e Hess nel suddetto fascicolo dei Supplemente, tre abbozzi: due per solo canto, il terzo con aggiunta della parte pianistica, conservati nella Deutsche Staatsbibliothek di Berlino. Testo di autore ignoto. Può notarsi, a titolo di curiosità, una certa analogia di andamento melodico con la Romanza in sol maggiore op. 40 per violino e orchestra, che Beethoven comporrà qualche anno dopo.

Plaisir d’aimer, besoin d’une âme tendre
Que vous avez de pouvoir sur mon coeur.
De vous, hélas, en voulant me défendre
Je perds la paix sans trouver le bonheur.

Gli esempi musicali in MIDI di questa pagina sono curati da Pierre-Jean Chenevez. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.