WoO 119 O care selve, canzonetta per coro ad una voce, con risposta del solo, e pianoforte

Allegretto

WoO 119 – O care selve, canzonetta per coro ad una voce, con risposta del solo, e pianoforte, gennaio – marzo 1795, pubblicata la prima volta nel Supplemento della GA., 1888. GA. n. 279 (serie 25/16) – Boett. III/4 – B. 261 ¡b -ICH. (WoO)119 – P. 50 – T. 264/24.

Il manoscritto originale è conservato nell’archivio della società degli Amici della Musica di Vienna. L’autore del testo è ignoto. Erroneo è il riferimento di Prod’homme, nel suo catalogo, alla canzone “Als die Geliebte sich trennen wollte”, che ha in comune soltanto le due prime battute. Lo spunto della melodia, anche per l’identità del tono e la fisionomia espressiva, ha qualche somiglianza con quello dell’Adagio della Sonata per pianoforte op. 2 n. 1. Il testo:

Man strebt, die Flamme zu verhehlen,
Die bei gefühlvoll edlen Seelen
Sich unbemerkt ins Herze stiehlt;

Geheimnisvoll schließt man die Lippen,
Jedoch verrät sich bald mit Blicken,
Wie sehr man, ach, die Liebe fühlt.

Ein Blick sagt mehr als tausend Worte,
Ein Blick entriegelt oft die Pforte
Der lang verhehlten Leidenschaft.
Er zeigt dem Teuren, den ich liebe,
Des Herzens reine, zarte Triebe
Und gibt ihm auszuharren Kraft.

Gli esempi musicali in MIDI di questa pagina sono curati da Pierre-Jean Chenevez. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.