WoO 98 Coro e soli di soprano: Wo sich die Pulse, jugendlich jagen (Dove i polsi giovanilmente si cercano)

Allegro non troppo, un poco maestoso

WoO 98 – Coro e soli di soprano: Wo sich die Pulse, jugendlich jagen (Dove i polsi giovanilmente si cercano), settembre 1822, pubblicato la prima volta nel Supplemento della GA., 1888. GA. n. 266 (serie 25/3) – B. 257 – KH. (WoO)98 -T. 235.

Il manoscritto originale si trova nella Deutsche Staatsbibliothek di Berlino. Orchestra: 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, timpani, archi. Dice la didascalia scenica : « Appaiono danzando la Danza e le Grazie ». Durante l’azione mimica si svolge il coro Wo sich die Pulse jugendlich jagen schmbet in Tanze das Leben dahin (Dove i polsi giovanilmente si cercano, ivi la vita vibra nella danza) con una musica leggera ed adeguata. All ‘Allegro ma non troppo un poco maestoso, in cui al coro (soprani, contralti, tenori, bassi) si alterna un solo di soprano, segue un Andante arioso e cantabile (3/4 mi bemolle maggiore): Paart sich im Tanze die Anmuth im Blicke (Allo sguardo si appaia nella danza la gentilezza), di una forma melodica più dolce, introdotto alternato e accompagnato da brevi passi del violino. Poi Vivace (3/4 sol maggiore)-. Lasset im Tanzegluhendes Leben… (Fate che nella danza l’ardente vita…). Soprano solo e coro (poche voci, tutti) si alternano nella levità di un motivo saltellante, che si arresta su un breve ritorno dell’ Allegro ma non troppo iniziale. A questo si collega il Presto (2/4 si bemolle), specie di stretta, cantata da tutto il coro in un ritmo più serrato. In fine la massa forma quadro, mentre l’orchestra prosegue da sola nella conclusione. (Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)