WoO 94 Germanias Wiedergeburt (Rinascita della Germania): Germania, Germania ! Wie stehst dujetzt im Glanze da! (Germania, Germania! Come ora splendi!), per coro e orchestra, ultimo numero del Singspiel di Treitschke: Die gute Nachricht (La buona novella)

Feurig, jedoch nicht zu gerschwind

WoO 94 Germanias Wiedergeburt (Rinascita della Germania): Germania, Germania ! Wie stehst dujetzt im Glanze da! (Germania, Germania! Come ora splendi!), per coro e orchestra, ultimo numero del Singspiel di Treitschke: Die gute Nachricht (La buona novella), marzo-aprile 1814, pubblicato in riduzione per voce e pianoforte a Vienna, edizione dello Hoftheater, giugno 1814; in partitura nella GA., 1864. GA. n. 207/d (serie 20/6) – B. 193 – KH. (WoO)94 -N. p. 160 – T. 1821.

Il manoscritto originale è oggi in parte disperso (pagg. 1-37), in parte conservato nella Beethovenhaus (pagg. 38-54), e nell’archivio della Società degli Amici della Musica di Vienna (pagg. 5 5-61). Abbozzi non sono comunicati dal Nottebohm. È questa la prima delle composizioni di carattere patriottico (e d’occasione) scritte da Beethoven nel periodo del declino napoleonico e intese a celebrare la restaurazione delle monarchie europee. Costituisce il Finale (n. 8) del Singspiel suddetto. Autori degli altri numeri furono, secondo il cat. Thayer, J. N. Hummel (Ouverture e nn. 4, 5, 7), Mozart2 (n. 1), Gyrowetz (n. 2), Weigl (n. 3), Kanne (n. 6). La rappresentazione ebbe luogo l’u aprile 1814 nel teatro di Porta Carinzia, e fu ripetuta cinque volte fino al 3 maggio. A parte le parole di circostanza, la musica ha il carattere di una celebrazione popolare, più immediata forse, nella sua maggiore semplicità e brevità, di quella dell’altro finale: Es ist vollbracht, che Beethoven comporrà di lì a quindici mesi circa in occasione della seconda entrata delle truppe alleate in Parigi dopo la definitiva sconfitta di Napoleone. Cinque strofe. Il basso, a cui fa eco di volta in volta il coro, magnifica lo splendore della Germania risorta a nuova vita, rendendo omaggio ad Alessandro I di Russia, a Federico Guglielmo III di Prussia e a tutti i principi accorsi concordemente a sostegno della causa comune: per concludere naturalmente, in una stretta finale, tributando il più grande plauso all’imperatore Francesco I d’Austria. (Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)