WoO 78 Variazioni (7) in do maggiore per pianoforte sul tema del God save the King

WoO 78 Variazioni (7) in do maggiore per pianoforte sul tema del “God save the King”, metà 1803 (non oltre il luglio). GA. n. 179 (serie 17/18) – B. 189 – KH. (WoO) 78 L. IV, p. 321/25 – N. p. 159 – T. 116.

Composte insieme con le Variazioni sul tema del Rule Britannia di cui al n. seguente. Il manoscritto originale è sconosciuto. La quarta variazione si avvicina particolarmente alla terza dell’op. 35 con lo spiegamento del suo ritmo a pieni accordi che si innalza reiteratamente per successivi rimbalzi dal grave all’acuto: come una pomposa fanfara echeggiante intorno al tema sottinteso. La quinta, in minore, è d’una malinconia idilliaca, nella sua melodia a terzine, legata, come la cornamusa di un pastore nostalgico. A contrasto la sesta (Marcia – 4/4), di nuovo in maggiore, si spiega con gagliardia ritmica nutrita di compatte armonie. Nella Coda un Adagio 3/4 di sei battute riprende il tema nella forma originaria, ma interpretato armonicamente in modo riverso, così da cambiare fisionomia: una momentanea diversione, come in altri casi analoghi, da cui deriva nuova efficacia al ritorno in tono della stretta (Allegro 3/4) festosamente animata, similmente a quanto avverrà, In altra forma, nell’episodio di giubilo popolare, sulla base del tema medesimo, alla fine della Battaglia di Vittoria del 1813. Beethoven ricorrerà al God save the King, ancora una terza volta, in una elaborazione per canto (solo e coro) accompagnata da pianoforte, violino e violoncello e provveduta di una introduzione e di un epilogo strumentale. (Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)