WoO 71 Variazioni (12) in la maggiore sulla danza russa dal balletto Das Waldmädchen di Paul Wranitzky

Thema – Allegretto (La prima parte senza replica)

WoO 71 Variazioni (12) in la maggiore sulla danza russa dal balletto “Das Waldmädchen” di Paul Wranitzky, 1801, pubblicate a Vienna, Traeg, 1802. Dedicate alla contessa di Browne, autunno 1796 , pubblicate a Vienna, Artaria, aprile 1797. G.A. numero 170 (serie 17/9) – Biamonti 107 – Bruers 182 – Kinsky-Halm (WoO)71 – L.IV, pagina 316/5/a – Nottebohm pagina 156 – P.83, Thayer 47.

Il manoscritto originale è sconosciuto. Il Thayer-Riemann (II,58) ci informa che il balletto Das Waldmädchen (La ragazza della foresta), del compositore moravo Paul Wranitzky, fu rappresentato a Vienna, teatro di Porta Carinzia, il 23 ottobre 1796, con successo – dovuto, soprattutto, alle danze straniere, specialmente quella moscovita, che vi erano introdotte – tanto da venir replicato lo stesso anno per sedici volte. Come per le precedenti variazioni, pure di Beethoven, sul tema di un Minuetto alla Viganò l’ editore ebbe particolare cura di ricordare nel titolo il nome della ballerina (XII Variations pour le clavecin ou pianoforte Sur la danse russe dansée par M.lle Cassentini dans le Ballet: Das Waldmädchen ) mostrando così di fare assegnamento, per la diffusione, sulla notorietà dell’ avvenimento teatrale che aveva dato all’ opera la prima origine. Le variazioni, come altre del genere composte dal maesrto nella stessa epoca, hanno più che altro un carattere di affermazione artistica mondana e brillante; senza, naturalmente, che ne sia risultato qualche cosa di troppo comune o banale.  (Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)