WoO 46 Variazioni (7) in mi bemolle maggiore per pianoforte e violoncello

Thema – Andante

WoO 46 Variazioni (7) in mi bemolle maggiore per pianoforte e violoncello sul tema del duetto: Bei Männern welche Liebe fühlen (Per gli uomini capaci di sentire amore) del Flauto magico di Mozart, dedicate al conte di Browne, 1801, pubblicate in parti staccate a Vienna, Mollo, 1801 ; in partitura a Francoforte, Dunst, verso il 1830. GA. n. III/a (serie 13/8) – B. 158 – KH. (WoO)46 -L. IV, p. 319/10/4 – N. p. 145 – T. 81

Il manoscritto originale si trova nella Beethovenhaus. E questa l’ultima, in ordine di tempo, delle tre serie di variazioni per pianoforte e violoncello composte da Beethoven, e di esse la più semplice e breve. La quarta variazione ha il particolare interesse espressivo del modo minore. La sesta (Adagio) fa pensare ad un immaginario duetto vocale. La settima (Allegro non troppo) è di una fisionomia ritmico-melodica vicina a quella dello Scherzo del Settimino. La Coda con il suo vigoroso spunto sembrerebbe annunciare una fuga; ma si spiega invece in brevi imitazioni all’ottava conducenti ad una stretta, che riprende trasparentemente la figura tematica mozartiana. (Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)