WoO 46 Variazioni (7) in mi bemolle maggiore per pianoforte e violoncello

Thema – Andante

WoO 46 Variazioni (7) in mi bemolle maggiore per pianoforte e violoncello sul tema del duetto: “Bei Männern welche Liebe fühlen” (Per gli uomini capaci di sentire amore) del Flauto magico di Mozart, dedicate al conte di Browne, 1801, pubblicate in parti staccate a Vienna, Mollo, 1801; in partitura a Francoforte, Dunst, verso il 1830. GA. n. III/a (serie 13/8) – B. 158 – KH. (WoO)46 – L. IV, p. 319/10/4 – N. p. 145 – T. 81

Il manoscritto originale si trova nella Beethovenhaus. È questa l’ultima, in ordine di tempo, delle tre serie di variazioni per pianoforte e violoncello composte da Beethoven, e di esse è la più semplice e breve. La quarta variazione ha il particolare interesse espressivo del modo minore. La sesta (Adagio) fa pensare ad un immaginario duetto vocale. La settima (Allegro non troppo) è di una fisionomia ritmico-melodica vicina a quella dello Scherzo del Settimino. La Coda con il suo vigoroso spunto sembrerebbe annunciare una fuga; ma si spiega invece in brevi imitazioni all’ottava conducenti ad una stretta, che riprende in modo trasparente la figura tematica mozartiana.

Gli esempi musicali in MIDI di questa pagina sono curati da Pierre-Jean Chenevez. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.