WoO 41 Rondò in sol maggiore pianoforte con violino obbligato

Allegro

WoO 41 Rondò in sol maggiore pianoforte con violino obbligato, 1793- Maggio 1794, pubblicato a Bonn, Simrock, principio 1808. G.A. numero 102 (serie 12/11) – Bruers 155 – Kinsky-Halm (WoO) 41 – L. IV, pagina 336/b Nottebohm pagina 144 – P. 37 Thayer 74 e 134 Biamonti 57.

A quest’ opera, il cui manoscritto originale è perduto, si riferisce del pari la lettera del giugno 1794 nella quale Beethoven annuncia ad Eleonore Breuning l’ invio delle variazioni per pianoforte e violino su “Se vuol ballare, signor contino” da Mozart e del rondò con un violino, pregandola di rimandargli quest’ ultimo dopo averlo ricopiato. Scelto da Beethoven per incominciare la lista delle sue Opus, il Rondò verrà accantonato per consegnare l’ onore a tre trii per pianoforte, violino e violoncello.