WoO 30 Equali (3) per 4 tromboni

I) Andante – II) Poco adagio – III) Poco sostenuto

WoO 30 – Equali (3) per 4 tromboni, 2 novembre 1812 pubblicati nel Supplemento della G.A. 1888. GA. n. 293 (serie 25/30) – Bruers 195 – KH (WoO) 30 L. IV, p. 359/b – N. p. 161 – Thayer 171. Il manoscritto originale si trova nella Deutsche Staatsbibliothek di Berlino.

Col nome di Equale o Eguale si designava genericamente una composizione corale per voci dello stesso timbro, cioè eguali: tutte maschili o femminili e procedenti di conserva con lo stesso movimento ritmico. Riferito al campo strumentale, il termine mantiene il significato originario: è cioè come la trascrizione di musica vocale del suddetto tipo per adeguate categorie di gruppi di strumenti. Così nel nostro caso i quattro tromboni traducono strumentalmente un coro immaginato per voci maschili. E da ricordare che i tromboni, poco usati ancora nell’orchestra normale dei tempi di Beethoven, avevano invece un impiego abbastanza frequente in cerimonie pubbliche, specialmente religiose (funzioni, processioni, cortei funebri), alle quali davano in un certo senso il tono con le loro sonorità nobili e maestose, molto spesso anche sostenendo o accompagnando le voci. I tre Equali in oggetto furono composti nell’anno 1812 durante un soggiorno di Beethoven a Linz, per invito del maestro di cappella del duomo Franz Xaver Glöggl, sul modello di quelli che venivano ivi comunemente eseguiti durante gli accompagnamenti funebri. Il manoscritto porta la data del 2 novembre 1812 (giorno dei morti), nel quale essi furono presumibilmente eseguiti la prima volta.