WoO 18 (19) – Marce (2) in fa maggiore per orchestra militare, per il carosello in onore del glorioso onomastico della « Imperiale e Reale Maestà Maria Lodovika »,

I) Allegro – II) Allegro

WoO 18 (19) – Marce (2) in fa maggiore per orchestra militare, per il carosello in onore del glorioso onomastico della « Imperiale e Reale Maestà Maria Lodovika », 24 agosto 1810, pubblicate nel Supplemento della GA., 1888. GA. n. 287, I e II (serie 25/24, I e II) – B. 145 -KH. (WoO) 18 e 19 – N. p. 140 (per la prima soltanto) -T. 147 e 157

Sono due redazioni delle Marce di cui ai Hess 7 – Biamonti 501 e Hess 8 – Biamonti 517 (quindi senza i Trii aggiuntivi solo nel 1822-23) (Vedere Biamonti 780 e Biamonti 781) e con qualche differenza nello strumentale: 1 flauto piccolo, 2 flauti, 2 clarinetti in fa, 2 clarinetti in do, 2 corni, 2 trombe, tamburo piccolo, tamburo grande (grancassa), 2 fagotti, controfagotto.

WoO 18 come Hess 6 : È la prima redazione senza Trio della Zapfenstreich n. 1, di cui al Biamonti 780 (Hess 7) (pubblicata da W. Hess la prima volta in 1953-54 e poi nel quarto fascicolo dei Supplemente zur GA., 1961). Dedicata in origine all’arciduca Antonio Vittorio Giuseppe, fratello maggiore dell’arciduca Rodolfo, dal 1804 Gran Maestro dell’Orline dei Cavalieri Tedeschi, proprietario (Inhaber) del Hoch- und Deutschmeister Regiment, fu poi da Beethoven destinata alla Landwehr (Milizia territoriale) boema. In un manoscritto originale conservato nell’archivio centrale dell’Ordine dei Cavalieri Tedeschi a Vienna si legge l’indicazione di movimento: Allegro in dem jetzt üblichen Tempo der Märsche (Allegro, nel tempo oggi usuale di marcia). Un altro manoscritto, conservato già nella Preussische Staatsbibliothek (attualmente, in via provvisoria, nella biblioteca dell’università di Tübingen), porta in fondo alla prima pagina l’annotazione a matita: Ein Schritt auf jeden Takt (un passo per ogni battuta). Una riduzione autografa per pianoforte è custodita nella biblioteca del conservatorio di Parigi. Abbozzi in Nottebohm, insieme con altri per il Concerto di pianoforte in mi bemolle maggiore op. 73. L’orchestra si compone di flauto piccolo, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 corni, 1 tromba, triangolo, cinelli (piatti), tamburo piccolo, grancassa, 2 fagotti, controfagotto.

WoO 18 come Hess 7:  Zapfenstreich n. 1 in fa maggiore per musica militare, 1809-1823, pubblicata da W. Hess in N. B. J., 1954 – 1954 e poi nel quarto fascicolo dei Supplemente zur GA., 1961. Hess 7.

Orchestra: flauto piccolo, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 corni, tromba, grancassa, tamburo militare, triangolo, piatti, 2 fagotti, controfagotto. E una nuova redazione della Marcia per la Landwehr boema di cui al n. 501, con l’aggiunta del Trio. Il manoscritto originale si trova nella biblioteca dell’ Università di Tübingen, deposito dei fondi della già Preussische Staatsbibliothek.

WoO 19 come Hess 8:  Marcia in fa maggiore per orchestra militare, 3 giugno 1810, pubblicata da W. Hess nel quarto fascicolo dei Supplemente zur GA., 1961. Hess 8.  È la prima redazione senza trio della Zapfenstreich n. 3 di cui al n. 781. Orchestra: come nella Marcia di cui al n. 501. Il manoscritto originale, conservato nell’archivio centrale dell’ordine dei Cavalieri Tedeschi a Vienna, porta l’indicazione per S. A. Reale l’ Arciduca Antonio, come quello della Marcia di cui al n. 501. Altro manoscritto è quello conservato nell’archivio della società degli Amici della Musica di Vienna. In esso si legge l’indicazione: Ein Schritt auf jeden Takt (Un passo per ogni battuta).

WoO 19 come Hess 9 : Zapfenstreich n. 3 in fa maggiore per musica militare, 1810-1823, pubblicata da W. Hess in N. B. J. 1953-1954 e poi nrl quarto fascicolo dei Supplemente zur GA., 1961. Hess 9. Orchestra: come nella Zapfenstreich precedente. È una nuova redazione della Marcia di cui al n. 517 con l’aggiunta del Trio. Il manoscritto originale è perduto; ma quello del Trio si trova nella biblioteca dell’Università di Tübingen, deposito dei fondi della già Preussische Staatsbibliothek.

(Midi creato da Pierre-Jean Chenevez)