WoO 215 (già Hess 64) Fuga in do maggiore per pianoforte o organo

Hess 64 – Fuga in do maggiore per pianoforte. 1794 circa, pubblicata con revisione e note esplicative di A.E.F. Dickinson a Londra in Musical Times, febbraio 1955, e a Mainz, Musik im Unterricht, novembre 1955; poi ancora a Londra, Williams, a cura di Jack Werner, 1956 e più recentemente da Willy Hess nel nono fascicolo dei Supplemente zur GA., 1965.

Il manoscritto originale, dove non mancano incertezze e cancellature ed anche qualche materiale errore di scrittura a cui la revisione del Dickinson ha cercato di ovviare nel miglior modo possibile, è conservato nel British Museum. Si tratta di una breve composizione (37 battute) dell’epoca degli studi con Albrechtsberger. Dickinson la avvicina alla Fuga in do maggiore K. 392 di Mozart, «per quanto ad essa inferiore per spirito ed ampiezza».Poche le differenze fra le due versioni organo ed pianoforte, soprattutto metronometriche.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.