Le Masque de Beethoven Grande Fantasia su temi di Beethoven

Grande Fantasia su temi di Beethoven, Francis Salabert (Éditions Salabert, Paris – 24 cm x 32 cm – 16 pages – 1934).Francis Salabert (Paris 1884 – Shannon 1946) non fu solamente il grande impresario che, nel 1926 rilevò il Moulin Rouge, che produsse in questo teatro grandi coreografie, oltre che essere produttore di una rivista a grande spettacolo: New York – Montmartre diretta da Jacques-Charles (lo Ziegfeld francese). È lui che, ispirandosi alle riviste d’oltremanica ma adattandole ai gusti parigini, rifonda in pratica l’estetica delle grandi riviste francesi contrastando per un decennio il dominio dell’altro grande locale del tempo, les Folies Bergères. Inoltre, fondò le famose “Editions Salabert” tuttora vive e prolifiche. Vi viene presentata qui, in prima mondiale, una sua Grande Fantasia su temi di Beethoven.  Questo lungo pezzo, seguendo l’ estetica tipica del suo tempo, riunisce come in una collana di perle, inframezzata da brevi passaggi modulanti per adattare la tonalità dei vari pezzi beethoveniani. Possiamo riconoscere, fra l’ altro: L’ ouverture Leonore, Coriolano, La Quinta, la Patetica, la celebre “Primavera” Il settimino, La romanza per violino ed orchestra ecc… Una piccola curiosità: è inserito anche un valzer riconosciuto apocrifo (Anhang 14) segno che, ai tempi di Salabert, questa serie di Valzer era considerata autentica.