Opus 115 Ouverture in do maggiore « per l’onomastico » (zur Namensfeier)

Maestoso – Allegro assai vivace

Opus 115 Ouverture in do maggiore « per l’onomastico » (zur Namensfeier) op. 115, 1808-marzo 1815, pubblicata in partitura e parti d’orchestra a Vienna, Steiner, aprile 1825, con dedica al principe Radziwill. GA. n. 22 (serie3/5) – B. 115 – KH. 115-L. IV,p. 124 -N. 115 – T. 191.

La composizione di questa Ouverture si è protratta attraverso un periodo di sette anni, più volte ripresa e lasciata; senza che, almeno in principio, il maestro abbia avuto un’idea precisa di quello che ne avrebbe fatto. Il Nottebohm riporta alcuni abbozzi della metà 1809 che portano il titolo: Ouverture fur jeder Gelegenheit oder zum Gebrauch im Konzert (Ouverture per ogni occasione o per l’uso in concerto) ripresi nel 1811, poi ancora nel 1812 intrecciati ad un certo momento con un tema vocale sui primi versi dell’inno alla gioia della Nona Sinfonia, ma senza nessuna analogia musicale con questa. Altri definitivi abbozzi, in cui si vede l’ Ouverture prendere la forma e consistenza attuale, sono quelli del 1814 e 1815. La partitura originale, conservata nella Nationalbibliothek di Vienna, porta il titolo Ouverture von L. v. Beethoven am ersten Weinmonath 1814 – Abends zum Namenstag unsers Kaisers (Ouverture di L. v. B. per il primo del mese del vino [ottobre] 1814. Di sera per il giorno dell’onomastico del nostro Kaiser). Ma una tale data non può riferirsi al compimento dell’opera, avvenuto soltanto nel marzo successivo: potrebbe ben indicare l’indirizzo del lavoro orientato allora verso questo scopo, del quale per altro in seguito non si è fatta più parola, almeno ufficialmente. L’ Ouverture fu eseguita soltanto il 25 dicembre 1815, nella grande sala del Ridotto di Vienna in una « Accademia » a beneficio del Burgerspital, insieme con il Cristo sul monte degli ulivi e la Cantata Meerestille und glückliche Fahrt (Bonaccia e viaggio felice). Essa incomincia con una grande e pomposa introduzione {Maestoso), a cui risponde il successivo Allegro assai vivace d’un carattere più che altro esteriormente festoso. L’orchestra si compone di 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, timpani e archi.

Gli esempi musicali in MIDI di questa pagina sono curati da Pierre-Jean Chenevez. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.