Opus 76 Variazioni (6) in re maggiore per pianoforte

Opus 76 Variazioni (6) in re maggiore per pianoforte op. 76 dedicate a Franz Oliva, 1809, pubblicate a Lipsia Breitkopf e Härtel, ottobre 1810. G.A. numero 163 (serie 17/2) – Bruers 76, – KH. 76, – L.II, pagina 198 – Nottebhom 76, – Thayer 100.

Il manoscritto originale è oggi perduto. Gli abbozzi si trovano nel gruppo di fogli descritti dal Nottebohm, m cui al n. 477 e segg (II, pag 273). Il tema di queste variazioni avrebbe dovuto circa due anni dopo esser posto anche a base della Marcia turca dalle Rovine d’Atene. L’origine russa talora attribuirgli non è provata; fu messa in dubbio al suo tempo anche dal Nottebohm (II, pag. 272, nota 2), il quale però non mancò di notarne la somiglianza con un ”aria della piccola Russia costituente il n. 3 dell’op. 107 dello stesso Beethoven (Dieci temi variati per pianoforte con accompagnamento a piacere di flauto o violino). Queste variazioni appartengono al tipo ornamentale. Una certa fisionomia di « musica turca », per quanto le Rovine d’Atene fossero ancora di là da venire, aleggia nella prima, seconda e quarta (ricordo mozartiano?). La terza in 6/8 è di melodioso aspetto pastorale. Nella sesta ed ultima (Presto) appare in iscorcio la figura ritmico-melodica del secondo tempo della Sonata per pianoforte op. 106. Un episodio centrale in fa maggiore urta il diversivo di un tipico Ländler. La ripresa il tema nel tono e nella forma originaria conduce Ila frugale conclusione.

Gli esempi musicali in MIDI di questa pagina sono curati da Pierre-Jean Chenevez. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.