Opus 40 Prima Romanza per violino ed orchestra in sol maggiore

I) Andante

Opus 40 – Prima Romanza per violino ed orchestra in sol maggiore 1820,Autunno 1802 al massimo, pubblicata in parti staccate a Lipsia, Hoffmeister e Kuhnel (Bureau de musique), dicembre 1803; in partitura dalla GA, 1863 GA. n. 30 (serie 4/2) – Bruers 40 – KH. 40 – L. II, pagina 229 -Nottebohm 40 – Thayer 102 – Biamonti 329.

Il manoscritto originale, già in possesso della Biblioteca musicale Peters di Lipsia, si trova ora negli Stati Uniti dell’America del nord presso Max Hinrichsen. Non si conoscono lavori preparatori. In mancanza di altre notizie ci siamo basati per la cronologia sulla lettera del 18 ottobre 1802 con la quale Karl van Beethoven (il fratello del maestro, che si occupava allora dei suoi affari) propone alla casa Breitkopf e Hartel di Lipsia per la stampa, insieme con altri pezzi, due Adagio per violino con un completo accompagnamento strumentale: cioè la Romanza di cui qui ci occupiamo e la successiva in fa maggiore. Inutile dire che quest’epoca va considerata come approssimativa. Si potrebbe anche pensare ad una data anteriore. La musica è piana, serena, senza voli straordinari, concentrata nella melodia del solista accompagnata sobriamente dall’ orchestra (1 flauto, 2 oboi, 2 fagotti, 2 corni, archi). Un periodo principale in due frasi ripetute ogni volta dall’ orchestra, alternate a due intermezzi di cui il secondo in minore.