Opus 8 Serenata in re maggiore, per violino, viola e violoncello

I) Marcia: Allegro – II) Menuetto – Allegretto – III) Adagio – Scherzo: Allegro molto – IV) Allegretto alla Polacca – V) Thema con variazioni (Andante quasi Allegretto) – VI) Marcia: Allegro

Opus 8 – Serenata in re maggiore Opus 8, per violino, viola e violoncello, 1796 – 1797, pubblicata in parti staccate a Vienna, Artaria, ottobre 1797; in partitura a Mannheim, Heckel (con consenso della Casa Artaria), ottobre 1848. GA. n. 58 (serie 7/5) – Bruers 8 – KH. S – L. I, p. 85 -N. 8 – P. 88 – Thayer 50 Biamonti 135.

Il manoscritto originale è perduto. L’opera consta di cinque parti principali: la prima (Marcia, Adagio), la terza (Adagio, con intercalato uno Scherzo) e la quinta (Tema con variazioni) articolate ciascuna in vari movimenti; le altre due (Minuetto – Polacca) ben definite nelle rispettive forme di danza.

La terza parte potrebbe avvicinarsi, per il contrasto fra l’Adagio e lo Scherzo che la costituiscono, al secondo tempo (nello stesso tono di re minore) della Sonata per pianoforte op. 28 (ma senza arrivare alla composizione finale dei due elementi espressivi diversi); mentre per la fisionomia particolare della melodia l’immaginazione corre in anticipo ai tempi lenti della Sonata per pianoforte op. 10 numero 3 e del Quartetto op. 18 n. 1 (anche questi in re minore).

Lo Scherzo – che si inserisce nel mezzo di una breve badinerie tipicamente strumentale, un Adagio discretamente mozartiano che segue alla Marcia iniziale, e che taluno considera come inscindibilmente unito ad essa nel senso unico della Entrata – è una pagina di serena, gioviale espansione, con la quale fa poi contrasto il successivo Adagio in minore che costituisce la terza parte.

Nel Minuetto il sorriso si insinua attraverso la robustezza della costituzione ritmica. La Polacca è d’una piena giocondità danzante. L’ultima parte — tema con variazioni, con ripresa infine della Marcia iniziale — è uno di quei commiati a cui Beethoven ricorrerà anche in altre opere posteriori.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.