Canzoni a cappella su testi di Pietro Metastasio. Hess Anhang 51 e 52

Alessandro Cornet : Sei Duettini per voci con accompagnamento di pianoforte o clavicembalo.

Le nove canzoni a cappella su testi di [Pietro] Metastasio che seguono sono catalogate nel Thayer come i pezzi 7-15 del n. 264:

Hess Anhang 48 – Quartetto “Nel mirarvi o boschi”, in re maggiore. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 49 – Duetto “Nel mirarvi o boschi”. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 50 – Terzetto “Quanto è bella la campagna”, in sol maggiore. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 51 – Duetto “Venne contento”, in sol maggiore. [Scritto da Alexander Cornet e copiato da Beethoven (vedere oltre).]

Hess Anhang 52 – Duetto “Su questo colle erboso”, in la maggiore. [Scritto da Alexander Cornet e copiato da Beethoven (vedere oltre).]

Hess Anhang 53 – Quartetto “La pastorella al prato”, in do maggiore. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 54 – Terzetto “O care selve antique”, in mi bemolle maggiore. [Scritto dal barone Cari Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 55 – Terzetto “Se lontan ben mio”, in sol maggiore. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Hess Anhang 56 – Terzetto “L’onda che mormora”, in re maggiore. [Scritto dal barone Carl Doblhof-Dier e copiato da Beethoven (vedere pagina dedicata).]

Riguardo agli autografi, gli stessi pezzi sono citati come canzoni italiane a cappella. Beethoven ha copiato i pezzi per motivi di studio e Thayer inavvertitamente li ha considerati come opere originali di Beethoven. (vedere immagini seguenti). Un errore questo che, secondo Hans Böttcher in Beethoven als Liederkomponist (Benno Filser Verlag, Augusta, 1928), nessun autore dei nostri giorni si è mai preoccupato di correggere, [Questo è un giudizio ingeneroso, poiché lo stesso Hess ne parla circa 30 anni dopo il commento di Böttcher, e oggi la corretta identificazione dei pezzi è un dato largamente acquisito.] I pezzi 7-9 e 12-15 del Thayer (A 48-50 e A 53- 56) provengono, secondo le conclusioni di Nottebohm in Beethovens Studien (p. 232), dal barone Carl Doblhof-Dier e si trovano nei suoi “Sei divertimenti campestri a due, tre e quattro Voci”. I due numeri rimanenti (A 51 e A 52) provengono da Alexander Cornet, un maestro di canto che viveva a Vienna intorno al 1796. Nottebohm li ha ritrovati nei Sei Duettini con Accompagnamento di Cembalo o Forte Piano” di Cornet, pubblicato da Artaria a Vienna nel 1793. Doblhof e Cornet erano compagni di studio di Beethoven presso Salieri.

Alessandro Cornetti visse a Vienna intorno al 1790 fu compositore, tenore ed insegnante di canto. Scrisse nel 1785 insieme a Mozart e Salieri la Cantata “Per la ricuperata salute di Ofelia” (ora nel catalogo delle opere di Mozart indicata come K 477a), su testo del poeta di corte Lorenzo Da Ponte. Secondo l’usanza della maggior parte degli artisti che vivevano a Vienna in quel periodo, cambiò il suo cognome da Cornetti a Cornet rendendolo più austriaco.
Viene elencato nel Neues historisch-biographisches Lexikon der Tonkünstler, welches Nachrichten von dem Leben und den Werken musikalischer Schriftsteller, berühmter Komponisten, Sänger, Meister auf Instrumenten, kunstvoller Dilettanten, Musikverleger, auch Orgel- und Instrumentenmacher, älterer und neuerer Zeit, aus allen Nationen enthält (Leipzig 1812 , Volume 1 , pag. 791) e qui riprodotta in calce e che riporta come opera proprio i sei Duettini trattati in quest’ articolo.

Alexander Cornet o Alessandro Cornetti? Il mistero del Terzo uomo

Si sa pochissimo di quest’ autore. In italiano è doveroso riferirsi al blog “Mozart Minore” dove l’ argomento viene trattato, seppur marginalmente. Qui sotto il link al Blog e un interessante filmato.

I testi e i documenti di questa pagina sono curati da Luigi Bellofatto. Chi volesse consultare o richiedere dette risorse, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.

Gli esempi musicali di questa pagina sono curati da Graziano Denini. Chi volesse consultare o richiedere questi file, può contattare l’ autore tramite il nostro modulo di contatto.

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.