Hess 335 Secondo compito per l’ Arciduca Rodolfo

Secondo esercizio per l’arciduca Rodolfo. Il catalogo musicale dell’arciduca contiene la seguente descrizione: “Aufgabe fìir S.K. Hoheit den £rzh. Rudolf vor der Abreise. Mòdling, llten Sept. 1820”. (Esercizio per sua altezza reale l’arciduca Rodolfo prima della sua partenza. Mödling settembre 1820). Thayer cataloga il pezzo al n. 216 del suo Chronologische Verzeichniss, e afferma di sospettare, assumendo un errore nella data, che si tratti del nostro n. 75, mentre Cari Czerny sostiene che la canzone “Gedenke mein” [WoO 130] (GA, serie 25, n. 281) era l’aria scelta per esso, e che conseguentemente era pubblicata nella GA con l’avvertenza “Evidentemente composta a Mödling l’il settembre 1820”. In realtà, tuttavia, è stata composta nel 1804, pertanto rimane ancora da stabilire cosa sia esattamente l’esercizio di Beethoven per l’arciduca Rodolfo dell’anno 1820. [Cooper in C/C, a p. 267, sostiene che “Gedenke mein” è stato scritto in prima stesura nel 1804-5(?), ma non completato prima del 1819-20. Gerhard Croll in Die Musiksammlung des Erzherzogs Rudolph, «Beethoven-Studien: Festgabe der österreichischen Akademie der Wissenschaften », Hermann Böhlaus, Vienna, 1970, p. 52-3, dice che non c’è “alcun legittimo dubbio”, sulla base del catalogo della raccolta musicale dell’arciduca, che si tratti dell’esercizio assegnato all’arciduca Rodolfo a Mödling nel 1820.] Lo stesso pezzo è citato nel Kinsky/Halm alle n 592-3.