Hess 305 – Geschlagen ist der Feind (Il nemico è stato battuto). Abbozzo di 8 battute

Hess 305 – “Geschlagen ist der Feind” (Il nemico è stato battuto). Abbozzo di 8 battute, in re maggiore [SV 135]. Trovato tra gli abbozzi della “Battaglia di Vittoria” (Mh 87 della collezione Bodmer). [La collezione Bodmer si trova ora alla Beethoven-Haus di Bonn, e il pezzo è stato ricatalogato come SBH 638.] Max Unger mi ha detto che è “un canone di Beethoven sul riscatto della Germania”. In ogni caso Unger più tardi ha scritto a Donald MacArdle: “Dopo aver completato il catalogo, sono riuscito a stabilire esattamente che solo una piccola parte del (probabile) canone ‘Geschlagen ist der Feind’ è stato trascritta. Beethoven evidentemente aveva voluto scrivere un canone su quel testo, cosa che, comunque, non è arrivato a fare oltre l’inizio”. [Il catalogo al quale Unger si riferisce è il suo Eine Schweitzer Beethovensammlung Katalog, Verlag der Corona, Zurigo, 1939, che è il catalogo della collezione H.C. Bodmer, ora a Bonn. A. Willem Holsbergen avanza la seguente interessante ipotesi: “Dato il testo del canone (Il nemico è stato battuto) e il fatto che il canone è nella stessa tonalità della ‘Sinfonia della battaglia’, sembra plausibile che a un certo punto Beethoven stesse pensando di dare alla ‘Sinfonia della battaglia’ un finale corale. Se le cose stanno così, ciò stabilirebbe un legame tra la Fantasia corale op. 80 e la nona Sinfonia op. 125”. Vale a dire, un lavoro sinfonico con un finale corale. Il fatto che la redazione musicale di queste parole sia in forma di canone sembra essere un esempio della nota passione di Beethoven per i giochi di parole, un canone in una “Sinfonia della battaglia”.