Hess 121 – Aria di Marzelline O wär ich schon mit dir vereint, in do maggiore, prima versione assoluta

Hess 121 – Aria di Marzelline “O wär ich schon mit dir vereint”, in do maggiore, prima versione assoluta. [L’aria è stata redatta nel 1806, o prima, e faceva parte della revisione del Fidelio; in ogni caso Beethoven ha poi deciso di usare al suo posto la versione originale del 1805.] Una riduzione per pianoforte dell’aria è stata pubblicata nell’edizione di Otto Jahn della versione del 1806 del Fidelio (Lipsia 1851, cfr. il numero 110 di questo catalogo), così come nella seconda edizione della riduzione pianistica di Erich Prieger relativa alla prima versione del Fidelio, pubblicata a Lipsia nel 1907 (cfr. il numero 109 di questo catalogo). Una copia dell’ aria si trova alla Staatsbibliothek di Berlino [ora SBB], nel Beethoven Autograph 26. La partitura è inedita. [Pubblicata col testo in italiano curato da Giovanni Biamonti, nella rivista «Santa Cecilia», IV, Roma, agosto 1956. Pubblicata anche da Hess in SBG, voi. II, 1960, p. 35, col testo originale in tedesco. Nell’apparato critico. (Revisionsbericht) degli SBG, Hess cita quello che ha scritto Anton Schindler sulla prima pagina del manoscritto: “Diese Barbeitung ist nach Beethovens Ausserung die allereste unter den Vieren” (Questa trascrizione è, secondo lo stesso Beethoven, quella che delle quattro viene per prima). Se dobbiamo credere a Schindler, allora quest’aria deve essere antecedente a quella che segue nel catalogo e, se Rachel Wade non si sbaglia, allora questo numero deve essere stato scritto non più tardi del 1805 e, forse, anche un po’ prima. Cfr. la nota nel numero 122 seguente.]