Hess 59 – Esercizi per pianoforte

Di questi esercizi parla il Nottebohm in un capitolo dedicato alla tecnica pianistica di Beethoven,collocandoli genericamente nel periodo di tempo 1782-1793. Fra quelli da lui riportati lo Hess cita i due suddetti in forma di piccoli pezzi, che nel catalogo sopra citato dice genericamente «composti prima del 1800 », mentre nella successiva pubblicazione (nel nono fascicolo dei Supplemento zur GA., 1965) attribuisce loro l’epoca « primi anni di Vienna ». Il primo (12 battute con D.C.) porta l’annotazione: “Zur Uebung der Faust” (per l’esercitazione del polso) e il secondo (11/10 battute con D.C.): “Die Hand so sehr möglich zusammen gehalten” (La mano tenuta il più possibile unita) e “Auf das strengste Ligato” (Nel più stretto legato). Ad altri studi (esercizi, sequenze, « rosalie ») presumibilmente dello stesso periodo accenna, riportandone anche alcuni, lo Shedlock.