Biamonti 630 – Abbozzi per un’opera lirica, 1815

Biamonti 630 – Abbozzi per un’opera lirica, 1815, pagina 52. Nottebohm, II pagina 329. Si riferiscono forse all’opera Bacchus, (di cui al numero 15 della nota aggiunta III), o all’altra Romulus (di cui al numero 18 della nota aggiunta III). Nottebohm descrive alcuni frammenti, che fedelmente riportiamo. Una scritta è apposta alle note: “Dissonanzen vielleicht in der ganzen Oper nicht aufgelöst oder ganz anders da sich in diesen wüsten Zeiten unsere verfeinerte Musik nicht denken lässt = muss das sujet durchaus als schäfermässing behandelt werden…” ovvero “Le dissonanze in tutta l’opera devono essere non risolte o risolte in tutt’altro modo, poiché in questi tempi primitivi non è pensabile la nostra musica raffinata – Tutto il soggetto deve essere trattato in maniera sobriamente pastorale”. Poi ancora l’indicazione “Volkgesang” (Canto del popolo, donne e uomini).

I testi e i documenti di questa pagina sono stati riveduti da  Cristina  Rapinesi. Chi volesse  contattare il revisore, lo può fare tramite il nostro modulo di contatto.